venerdì 14 dicembre 2018

I Comuni in primo piano: al via "Europa per i Cittadini" 2019

 

Si tratta del Programma della Commissione Europea che più di altri coinvolge direttamente i Comuni d'Europa, sostenendo finanziariamente i Gemellaggi, le Reti tra Città ed altre azioni rivolte ad avvicinare la cittadinanza alle istituzioni europee.

 

Ecco, in sintesi, gli elementi principali dell'invito a presentare progetti per l'anno 2019 pubblicato qualche giorno fa.

mercoledì 12 dicembre 2018

Il Patto dei Sindaci e delle Sindache per il clima e l’energia

Movimento nato "dal basso”, il "Patto dei Sindaci e delle Sindache per il clima e l’energia" coinvolge le autorità locali e regionali di tutta l'UE, impegnate su base volontaria a raggiungere sul proprio territorio gli obiettivi dell'UE per l’energia e il clima

lunedì 10 dicembre 2018

Si chiude l'Anno del Patrimonio culturale europeo: ecco le azioni e le proposte della Commissione Europea

 

In occasione della conferenza #EuropeforCulture svoltasi a Vienna in chiusura dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018, la Commissione ha evidenziato le azioni  e gli interventi che intende svolgere sul patrimonio culturale dell'UE.

Intelligenza artificiale "made in Europe"

 

Si tratta di un ambito particolarmente delicato sul quale l'opinione pubblica e la Società Civile dovrebbero essere sensibilizzate e coinvolte. Infatti, secondo quanto emerge da una recente ricerca svolta dall'OCSE, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico delle NU, i robot e l'intelligenza artificiale comporteranno perdite di posti di lavoro ( l'OCSE stima che andranno persi circa il 14% (in Italia il 15%) dei posti coinvolgendo,  in pratica, circa 66 milioni di persone principalmente nei settori dell'agricoltura e dell’industria), con un impatto sociale alquanto preoccupante soprattutto sui giovani e sui lavoratori poco qualificati e, in ogni caso, aumentando notevolmente il divario economico tra nazioni più o meno ricche. 

giovedì 6 dicembre 2018

L'UE interviene per contrastare la disinformazione

Immagine tratta dal libro Disinformation di Ion Mihai Pacepa and Ronald J. Rychlak

Al fine di tutelare i nostri sistemi democratici e i dibattici pubblici e in previsione delle elezioni europee del 2019 e delle elezioni nazionali e locali che si terranno in vari Stati membri entro il 2020, l'UE presenta oggi un Piano d'Azione per intensificare gli sforzi volti a contrastare la disinformazione in Europa e al di là dei suoi confini.

Bandi di Gara per appalti e forniture

La Commissione europea ricorre agli appalti pubblici per acquistare beni e servizi, compresi studi, assistenza tecnica, formazione, consulenze, servizi di conferenza e pubblicitari, libri, attrezzature informatiche, ecc. I fornitori vengono selezionati attraverso bandi di gara pubblicati dai servizi, dagli uffici e dalle agenzie in tutta Europa sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea serie S.
Qui troverete la selezione settimanale dei bandi di gara delle Istituzioni ed Agenzie dell'UE.

Concorsi e selezioni nelle istituzioni europee




Ecco una selezione delle posizioni aperte di questa settimana a cura della rappresentanza in Italia della Commissione europea. Per le informazioni sulle varie tipologie di contratti, consulta la pagina Lavora per l'UE.

mercoledì 5 dicembre 2018

Stavolta Voto!

 

Siete interessati/e a creare un gruppo locale per organizzare in Sardegna e in Italia iniziative rivolte a informare e sensibilizzare i cittadini e le cittadine sull'importanza del nostro voto alle prossime elezioni europee? 

Saranno anche occasioni per: 

- capire meglio l'UE (come funziona, la sua importanza nella nostra vita di tutti i giorni, etc.); 

- discutere di Unione Europea e del nostro ruolo - soprattutto in quanto cittadini/e, enti locali e movimenti - nell'Europa che vogliamo. 

Se vi volete unire a me fatevi avanti.




lunedì 3 dicembre 2018

Da oggi in Polonia si decide sul futuro del nostro Pianeta

Da oggi sino al 14 dicembre prossimo si svolge a Katowice, in Polonia, la 24esima Conferenza sul clima - Cop24 - istituita dalle Nazioni Unite. Circa 30mila delegati provenienti da tutto il mondo - inclusi capi di governi e ministri responsabili delle questioni ambientali e climatiche - si  riuniscono per discutere e adottare decisioni fondamentali per garantire la piena attuazione dell'accordo di Parigi del 2015.

La scelta della sede che ospita il Summit non è casuale. Si tratta di una miniera, nella città di Katowice,  chiusa nel 1999 dopo 176 anni di attività. L’incontro è considerato un momento cruciale per aggiornare e rendere più incisivi gli impegni assunti da quasi tutti i paesi del mondo nel 2015, nel corso della conferenza di Parigi sul clima. Il Summit farà il punto sulle difficili sfide imposte dal riscaldamento globale, discutendo le possibili soluzioni e puntando, oltreche ad una tempistica più adeguata all'urgenza del fenomeno, sia a migliorare l'approccio, sinora eccessivamente incentrato sulla volontarietà di intervento da parte dei governi, che a un taglio maggiormente incisivo delle emissioni di CO2, il gas che, immesso in grandi quantità nell’atmosfera soprattutto a causa delle attività umane, è il principale responsabile del riscaldamento globale.

Ecco il Programma completo


lunedì 26 novembre 2018

Principali risultati della riunione straordinaria del Consiglio Europeo dedicata al BREXIT




I Capi di Stato e di Governo dell'UE* a 27 si sono incontrati domenica 25 novembre 2018 in relazione a:

  • L'accordo di recesso Brexit, presentato dai negoziatori dell'UE e del Regno Unito.

  • La dichiarazione politica sulle future relazioni UE-Regno Unito, a cui si fa riferimento nell'accordo di recesso e che lo accompagna.

Per saperne di più:

Al termine della riunione, i leader dell'UE a 27 hanno incontrato il primo ministro Theresa May per discutere delle prossime tappe.



Comunicati stampa

25.11.2018, 12:40
24.11.2018, 15:00
22.11.2018, 15:00

Indicative media programme - Special meeting of the European Council (Art. 50), 25 November 2018


* Il Consiglio Europeo (da non confondere con il Consiglio d'Europa) definisce l’orientamento politico generale e le priorità dell’Unione europea. Ne fanno parte i capi di Stato o di governo dei Paesi membri, il presidente della Commissione europea, l’Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza