Il Blog di EuYou.info

giovedì 16 febbraio 2012

RECENTI INVITI A PRESENTARE PROGETTI

Segnalo inviti a presentare proposte di particolare interesse sia nel settore dell'energia, che della lotta alla violenza sui minori e le donne, oltre alla formazione all'imprenditorialità ed al sostegno per iniziative rivolte ad incentivare la circolazione delle opere audiovisive.


Programma: Energia e Trasporti - ENERGIA INTELLIGENTE-EUROPA (CIP-EIE) 2007/2013
Scadenze:
  • 09/02/2012
    Pillar I action, ore 17.00 (ora locale di Bruxelles)
  • 30/04/2012
    Pilla II action, ore 17.00 (ora locale di Bruxelles)
  • 08/05/2012
    ore 17.00 (ora locale di Bruxelles)
Descrizione:
L'Agenzia esecutiva per la competitività e l'innovazione (EACI) pubblica il presente Invito a presentare proposte nell'ambito del programma di lavoro 2012 del Programma Energia Intelligente - Europa (EIE), adottato dalla Commissione europea il 20 dicembre 2011
Il Programma EIE, lanciato nel 2003 dalla Commissione europea, è uno strumento finanziato con circa il 20% del bilancio complessivo del Programma quadro per l'innovazione e la competitività (CIP) 2007-2013, al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile e di agevolare gli investimenti in tecnologie innovative ed eco-compatibili.
Sostiene, inoltre, il perseguimento degli obiettivi previsti dalla Strategia Europa 2020  e facilita l'attuazione del Piano di Efficienza Energetica 2011  e della direttiva sulla promozione dell'uso di energia da fonti rinnovabili
Obiettivi:
Il programma copre azioni nei seguenti settori:
•efficienza energetica e uso razionale delle risorse energetiche (SAVE)
•fonti di energia nuove e rinnovabili (ALTENER)
•energia nei trasporti (STEER)
•iniziative integranti vari settori specifici di SAVE, ALTENER e STEER o relative ad alcune priorità dell'UE
Le azioni di cui sopra, gli obiettivi e gli strumenti sono validi per l'intera durata del programma( 2007 -2013); tuttavia, ogni programma di lavoro annuale stabilisce una serie di azioni più specifiche
Quelle relative al bando in questione sono riportate nel programma di lavoro 2012
Per garantire il successo di questa strategia, l'invito 2012 prevede quattro priorità e ripartisce il budget nel seguente modo:
1. SAVE - Efficienza energetica (bilancio indicativo: 15 milioni di euro)
2. ALTENER - Fonti di energia nuove e rinnovabili (bilancio indicativo: 11,5 milioni di euro)
3. STEER: Energia nei trasporti (bilancio indicativo: 12,5 milioni di euro)
4. Iniziative integrate (bilancio indicativo: 27 milioni di euro),
Ognuna delle priorità è articolata in azioni chiave (Key actions) finalizzate a:
• sviluppare servizi energetici più trasparenti per infondere maggiore fiducia nei consumatori,
• favorire la produzione e l'utilizzo di bio-masse, bio-liquidi e biogas nei mercati energetici,
• migliorare la condivisione di elettricità rinnovabile,
• accrescere la produttività e la competitività del mercato interno.
Beneficiari:
Potranno aderire all'invito tutte le persone giuridiche pubbliche o private, con sede in uno dei Paesi dell'UE, Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Croazia ed ex-Repubblica Iugoslava di Macedonia, nonchè le organizzazioni internazionali e le agenzie energetiche locali e regionali create nell'ambito del programma EIE.
Un accordo di sovvenzione con soggetti giuridici stabiliti in altri paesi potrà essere firmato solo a condizione
che il paese abbia intrapreso i passi necessari per aderire al programma EIE
Il programma EIE è aperto anche al Centro comune di ricerca della Commissione europea

Importo disponibile:
L'importo indicativo globale per questo invito è di circa 67 milioni di euro.
Modalità di partecipazione:
L'importo concesso sarà fino al 75% dei costi totali ammissibili (tranne che per i progetti finanziati nell'ambito del Build Up Initiative Skills)
I soggetti interessati dovranno presentare i propri progetti entro il prossimo 8 maggio, ad eccezione delle domande relative all'azione chiave Build Up Skills - piattaforme qualificate e roadmap per la realizzazione dei progetti -, nell'ambito della priorità 4 (Iniziative integrate), che dovranno essere inviate entro le seguenti scadenze: •Pillar I action: 9 febbraio 2012, ore 17.00 ora locale di Bruxelles e Pillar II action: 30 aprile 2012, ore 17.00 ora locale di Bruxelles
Ogni proposta deve essere presentata da un partenariato costituito da almeno tre soggetti giuridici indipendenti, ciascuno con sede in un paese ammissibile diverso
Le proposte devono essere presentate online tramite il Servizio elettronico di presentazione delle proposte (EPSS), dal coordinatore del consorzio
Con questo invito a presentare proposte, la Commissione si aspetta di cofinanziare 60 progetti circa
La durata massima del progetto deve essere di 3 anni
Per ulteriori informazioni sulla call, contattare l'indirizzo email eaci-iee-enquiries@ec.europa.eu o il vostro punto di contatto nazionale:
Mr. Paolo Coda
ENEA - CRE Casaccia
+39.06.3048.4128, Fax: +39.06.3048.3663
Mr. Marcello Capra
Ministero dello sviluppo economico
Phone: +39.06.4705.3550, Fax: +39.06.4705.3803
Si rammenta che il 24 Gennaio p.v. si terrà a Bruxelles l'Info day  dedicato al Programma e al presente invito a presentare proposte
NB: Si avverte che in caso di divergenza tra il testo della versione in inglese e il testo della versione tradotta in italiano, prevale il testo in Inglese. Questa traduzione è stata fornita solo a scopo informativo
Area link:
 
******* 
Scadenze:
  • 29/03/2012
    h 12:00 CET
Descrizione:
Il Programma Daphne III (2007-2013), quale parte integrante del Programma generale "Diritti fondamentali e giustizia', intende contribuire alla prevenzione e alla lotta alla violenza contro i bambini i giovani, le donne e proteggere le vittime ed i gruppi a rischio. Il presente invito si basa sui programmi di lavoro annuali per il 2011 e 2012 e combina le priorità e le risorse disponibili per entrambi gli anni.
Obiettivi:
I progetti nell'ambito del presente invito a presentare proposte si concentrano sulle seguenti priorità annuali:
• diritti delle vittime di violenza
• violenza legata a pratiche dannose
• bambini come vittime e autori di violenza
• programmi e interventi di prevenzione
• programmi di formazione per i professionisti che operano con le vittime di violenza
• responsabilizzazione a livello base
• violenza nei media, in particolare la violenza legata alle nuove tecnologie e agli strumenti di social networking
Attività:
Diritti delle vittime di violenza: i progetti devono prevedere la realizzazione di servizi di supporto specializzati (ad esempio linee di assistenza telefonica, servizi di consulenza, centri di riferimento per le vittime di stupro e violenza sessuale...) e lo sviluppo delle migliori pratiche per la realizzazione e il funzionamento di tali servizi specializzati con copertura nazionale;
Violenza legata a pratiche dannose: progetti volti a combattere e a prevenire la violenza collegata a pratiche dannose nei confronti delle donne, dei giovani e dei bambini (ad esempio la mutilazione genitale femminile, matrimonio combinato...); azioni di sensibilizzazione mirate,
formazione specialistica di professionisti, nonché promozione del dialogo all'interno della comunità;
Bambini come vittime e autori di violenza: i progetti devono affrontare i problemi dei bambini più vulnerabili, come i minori non accompagnati,le vittime di sfruttamento sessuale, i disabili, i bambini rom, i bambini vittime di violenza all'interno della famiglia (da fratelli, genitori, altri parenti) ...
Programmi e interventi di prevenzione: i progetti dovrebbero individuare le migliori pratiche e standard minimi nel campo della prevenzione (per le scuole elementari, la prevenzione secondaria e terziaria). Inoltre, la Commissione finanzierà progetti volti a realizzare nuovi programmi e a progettare nuovi interventi, tra cui programmi specifici per coloro che abusano dei bambini e di chi fa uso di immagini pedo-pornografiche, nonché programmi volti a raggiungere persone a rischio di commettere violenza sessuale
Programmi di formazione per i professionisti che operano con le vittime di violenza: la Commissione intende sostenere progetti che prevedano anche la creazione di manuali e protocolli per i professionisti in contatto con le vittime (polizia, tribunali, assistenti sociali, personale sanitario) o persone specializzate che lavorano nel campo del sostegno alle vittime
Responsabilizzazione a livello base: i progetti dovrebbero realizzare programmi di sensibilizzazione a livello base per le donne, i bambini, i giovani per proteggere se stessi e i loro coetanei dalla violenza. Questi programmi potrebbero includere specificamente attività di formazione, consulenza, gruppi di supporto formali ed informali e idee innovative volte allo sviluppo di un ambiente maggiormente protetto per i bambini, i giovani e le donne
Violenza nei media, in particolare la violenza legata alle nuove tecnologie e agli strumenti di social networking: programmi mirati alla formazione e ad attività volte ad aumentare nei bambini, nei giovani e nelle donne, la comprensione degli effetti potenzialmente negativi delle nuove tecnologie ed educarli sui rischi e sulle possibili soluzioni, con l'obiettivo di garantire loro benessere e sicurezza
Beneficiari:
I candidati ed i partner devono:
• essere organizzazioni pubbliche o private e istituzioni legalmente costituite (organizzazioni non governative, autorità regionali e locali, dipartimenti universitari e centri di ricerca).
• appartenere ad uno dei 27 Stati membri dell'Unione europea e / o degli Stati EFTA, o che hanno sottoscritto l'accordo SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia)
Gli enti e le organizzazioni senza scopo di lucro possono accedere alle sovvenzioni soltanto come partner
Le domande presentate da persone fisiche (privati) non sono ammissibili.
Nell'ambito del presente invito DAPHNE III gli enti pubblici a livello nazionale/ a livello centrale (ovvero i ministeri a livello centrale) non sono ammissibili
Importo disponibile:
L’importo indicativo è di 25 831 000 €
Modalità di partecipazione:
Sarà data priorità assoluta a progetti costruiti su larga scala e realizzati su un ampio partenariato che coinvolge organizzazioni provenienti da un numero significativo di Stati membri. Nello specifico, i progetti richiedono una partnership composta da un minimo di 2 organizzazioni di due diversi Stati membri e non può avere una durata iniziale superiore a 24 mesi.
Se il richiedente/partner è uno Stato membro EFTA/SEE, il progetto deve coinvolgere, in aggiunta, almeno due organizzazioni di due diversi Stati membri dell'UE.
I progetti devono essere avviati dopo la notifica della sovvenzione (indicativamente almeno 4 (quattro) mesi dopo la scadenza del presente invito).
Il cofinanziamento dell'UE non può superare l'80% del totale dei costi ammissibili del progetto e non saranno presi in considerazione i progetti che richiedono una sovvenzione inferiore a 75,000 €
Le domanda di sovvenzione devono essere sottoposte attraverso il sistema elettronico Priamos entro e non oltre il 29 marzo 2012, h 12:00 CET
Per ulteriori informazioni è possibile inviare le domande all'indirizzo email JUST-DAPHNE@ec.europa.eu
    ****** 
    Imprese - "PROGRAMMA QUADRO PER LA COMPETITIVITA' E L'INNOVAZIONE - CIP (2007-2013)"
    Scadenze:
    • 16/04/2012
    Descrizione:
    La Commissione europea- DG Imprese ed industria - ha pubblicato il presente invito che mira a sostenere l'attuazione del Principio 1 della Small Business Act  e dell' "Agenda di Oslo per la formazione all'imprenditorialità in Europa", stimolando mentalità innovative e imprenditoriali tra i giovani, introducendo l'imprenditorialità come competenza chiave nei programmi scolastici, e garantendo che l'importanza dell'imprenditorialità si rifletta correttamente nella formazione dei docenti
    Obiettivi:
    L' obiettivo del presente invito è quello di promuovere progetti transnazionali ad alto valore aggiunto europeo nel campo della formazione all'imprenditorialità con particolare attenzione al sostegno degli insegnanti. Le azioni avranno come target di riferimento insegnanti e giovani della scuola primaria, secondaria e terziaria
    Attività:
    I progetti da sostenere si concentreranno su uno dei seguenti obiettivi (aree prioritarie):
    Lotto 1 a) creazione di modelli transeuropei per insegnanti di scuola primaria e secondaria per sostenere lo sviluppo delle loro competenze e metodi di insegnamento volti all'imprenditorialità (per diverse materie di insegnamento e contesti diversi);
    b) sviluppo, organizzazione ed realizzazione di un programma paneuropeo di workshop per i docenti che si occupano di imprenditorialità nell'istruzione superiore in modo da condividere le conoscenze e apprendere da chi è già attivo nel campo (università, college, business school, università di scienze applicate, ecc.)
    Lotto 2creazione di una piattaforma europea on-line per insegnanti/educatori al fine di consentire lo scambio transfrontaliero di buone pratiche, di metodi e di materiali didattici nel campo della formazione all'imprenditorialità
    Lotto 3
    sviluppo e sperimentazione di un quadro europeo comune di strumenti ed indicatori per valutare lo spirito imprenditoriale, le attitudini e le competenze acquisite dagli studenti in formazione all'imprenditorialità
    I risultati attesi da queste attività sono:
    - contribuire a migliorare la qualità della formazione all'imprenditorialità nelle scuole e nelle università;
    - consentire la formazione degli insegnanti/docenti in modo che essi possano fornire un' istruzione adeguata all'imprenditorialità e possano fungere da moltiplicatori e divulgatori;
    - aumentare il numero dei partecipanti che si occupano di formazione all'imprenditorialità;
    - stabilire indicatori e strumenti per valutare i risultati della formazione all'imprenditorialità.
     Beneficiari:
    Può partecipare qualsiasi entità pubblica o privata la cui attività principale è incentrata nel campo della formazione all'imprenditorialità.
    Tali soggetti possono includere:
    - amministrazioni pubbliche a tutti i livelli; autorità nazionali, regionali e locali,
    - istituzioni dell'istruzione (scuole primarie e secondarie, scuole professionali, università, ecc.),
    - ONG, associazioni e fondazioni attive nei campi pertinenti,
    - soggetti erogatori di istruzione e formazione (pubblici e privati),
    - camere di commercio e industria o organismi analoghi,
    - associazioni di imprese e reti di appoggio alle imprese.
    Sono ammissibili le domande di soggetti dotati di personalità giuridica ubicati in uno dei paesi seguenti:
    - Stati membri UE,
    - paesi SEE: Islanda, Liechtenstein e Norvegia,
    - paesi candidati all'adesione: Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Islanda, Montenegro e la Turchia
    - Albania, Israele e Serbia (che partecipano al Programma per la competitività e l'innovazione)
    Importo disponibile:
    Il budget massimo assegnato per questo invito a proposte è di € 2 450 000
    Modalità di partecipazione:
    Le proposte devono riguardare un unico obiettivo (area di priorità) tra quelli sopra citati; pertanto i candidati dovranno indicare chiaramente nella loro proposta per quale Lotto si candideranno in quanto le proposte di progetto, nell'ambito di questi tre lotti, saranno soggetti a regole diverse. Le attività devono dimostrare una chiaro valore aggiunto europeo e devono sostenere l'integrazione europea e la cooperazione transfrontaliera, inoltre deve essere garantita la sostenibilità dei progetti dopo la cessazione dei finanziamenti da parte dell'Unione europea
    La data prevista di inizio dei progetti è il 1° Novembre 2012
    La durata massima delle azioni è:
    Lotto 1: 36 mesi
    Lotto 2: 24 mesi
    Lotto 3: 18 mesi
    Tuttavia, se dopo la firma dell'accordo e l'avvio del progetto, diventa impossibile per il beneficiario, per giustificati motivi indipendenti dalla sua volontà, completare il progetto entro il previsto periodo, può essere concesso un'estensione del periodo di ammissibilità.Il numero indicativo di progetti da sostenere varia da 4 a 8, a seconda delle dimensioni e della qualità delle proposte ricevute.
    In particolare:
    per il lotto 1, saranno supportati non più di 4 progetti;
    per il lotto 2, saranno supportati non più di 2 progetti;
    per il lotto 3, saranno supportati non più di 2 progetti.
    Tasso massimo di cofinanziamento da parte dell'UE dei costi ammissibili: fino al 60% (per tutti i lotti). Per questo invito le presentazioni elettroniche non sono consentite ( per ottenere maggiori informazione a riguardo, consultare il capitolo I della Guida per la presentazione).
    Il termine per la presentazione delle proposte è fissato al 16 Aprile 2012
    Per ottenere maggiori informazioni contattare:
    Commissione europea
    Enterprise and Industry Directorate-General
    Directorate SMEs and Entrepreneurship - Unit E.1 Entrepreneurship
    E-mail address: entr-education-call-2012@ec.europa.eu
    Office address: BREY 6/284, B-1049 Brussels, Belgium
    NB: Si avverte che in caso di divergenza tra il testo della versione in inglese e il testo della versione tradotta in italiano, prevale il testo in Inglese. Questa traduzione è stata fornita solo a scopo informativo
    Area link:

    ****** 
    Invito a presentare proposte Media — EACEA/29/11
    Scadenza: 30 aprile 2012
    L'obiettivo del programma Media è facilitare e incentivare la promozione e la circolazione di opere audiovisive
    e cinematografiche europee. I candidati organizzare festival audiovisivi le cui attività contribuiscano al perseguimento degli obiettivi citati e che nell'ambito della programmazione globale prevedano come minimo un 70% di opere europee provenienti da almeno 10 paesi che partecipano al programma MEDIA.
    Verrà assegnato un punteggio, fino a un massimo di 100 punti, secondo il seguente sistema di valutazione:
    - Dimensione europea della programmazione (15 punti)
    - Diversità culturale e geografica della programmazione (20 punti)
    - Qualità e carattere innovativo della programmazione (10 punti)
    - Impatto sul pubblico (30 punti)
    - Impatto sulla promozione e diffusione delle opere audiovisive europee (15 punti)
    - Partecipazione degli operatori del settore cinematografico (10 punti)
    Per ulteriori info cliccate qui