Il Blog di EuYou.info

martedì 8 novembre 2016

UN MILIARDO DI EURO PER LE MICRO-IMPRESE

Da quando l’UE ha avviato le proprie iniziative di microfinanziamento sono stati firmati accordi con più di 100 erogatori di microfinanziamenti, a sostegno di oltre 100.000 microimprenditori in 23 Stati membri dell’UE.
La cooperazione tra il Fondo europeo per gli investimenti (FEI), la Commissione europea e gli erogatori di microfinanziamenti mira a mobilitare oltre 1 miliardo di microcrediti a favore di beneficiari in tutta l'UE nel quadro dello strumento Progress di microfinanza e del programma dell'Unione europea per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI). I destinatari dei microfinanziamenti sono persone disoccupate, giovani lavoratori autonomi, gruppi minoritari, donne e comunità rurali dove i microfinanziamenti possono contribuire all'integrazione nel mondo del lavoro, all'assistenza sanitaria, all'edilizia sociale e all'istruzione. Marianne Thyssen, Commissaria responsabile per l'Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: "Siamo convinti che, migliorando l'accesso ai finanziamenti e mettendo i cittadini in condizione di utilizzare le loro competenze e il loro talento, la microfinanza offra opportunità dall'enorme potenziale in termini di creazione di posti di lavoro, in quanto dà agli imprenditori il trampolino di lancio necessario per avviare e sviluppare un'impresa. Grazie ai finanziamenti dell'UE la disponibilità di microcrediti sul mercato è aumentata e dovrebbe generare oltre 1 miliardo di microprestiti in tutta Europa." Pier Luigi Gilibert, amministratore unico del FEI, ha dichiarato: "Nell'economia europea diventa sempre più chiara l'importanza della microfinanza come strumento di creazione di posti di lavoro e di crescita economica. La crescita intelligente e sostenibile si può conseguire solo se gli strumenti di finanziamento che si utilizzano contribuiscono a combattere l'esclusione finanziaria. 1 miliardo di euro di microfinanziamenti può essere molto utile per aiutare le persone ad avviare e a far crescere la loro piccola impresa e il FEI è orgoglioso di partecipare a questo percorso verso il successo." Dall'avvio dell'EaSI il FEI ha già firmato 33 transazione in 18 paesi, mobilitando 660 milioni di euro di finanziamenti per oltre 50 000 microimprese e imprese sociali. Le microimprese e le imprese sociali che desiderano chiedere un (micro)prestito nel quadro dell'EaSI possono farlo direttamente presso uno degli istituti di microfinanaza del FEI. Il FEI non fornirà sostegno finanziario diretto alle imprese e ai micromutuatari, ma attuerà lo strumento mediante intermediari finanziari locali, come isituti di microcredito, di finanza sociale e di garanzia, nonché mediante le banche attive in tutta l'UE-28 e in altri paesi che partecipano al programma EaSI. Gli intermediari tratteranno direttamente con le parti interessate per fornire il sostegno nel quadro della garanzia EaSI.
Il sostegno dell'UE alla microfinanza
Lo strumento europeo Progress di microfinanza (Progress microfinanza) è stato avviato nel 2010 per aumentare la disponibilità di microcrediti (prestiti inferiori a 25 000 euro) utili alla costituzione o allo sviluppo di una piccola impresa. Il sostegno dell'UE ai microfinanziamenti attualmente avviene attraverso il programma dell'Unione europea per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI). Il sostegno alle microimprese è erogato anche grazie al piano di investimenti per l'Europa mediante il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). Ad oggi il Fondo europeo per gli investimenti ha approvato più di 220 accordi di finanziamento con il sostegno del FEIS, per un totale di finanziamenti nel quadro del FEIS pari a 7,5 miliardi di euro. Circa 290 000 imprese tra start-up, PMI e mid-cap dovrebbero beneficiare di questa nuova fonte di finanziamento.
Il programma per l'occupazione e l'innovazione sociale
Il programma della Commissione europea per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI) mira a sostenere l'obiettivo dell'Unione di un elevato livello di occupazione e di un'adeguata protezione sociale lottando contro l'esclusione sociale e la povertà e migliorando le condizioni di lavoro. La garanzia EaSI è stata istituita nel giugno 2015, è finanziata dalla Commissione europea ed è gestita dal Fondo europeo per gli investimenti. Fornisce sostegno agli intermediari finanziari che offrono microcrediti a 8 imprenditori o finanziano imprese sociali. L'obiettivo è aumentare l'accesso alla microfinanza di categorie vulnerabili che desiderano avviare una propria attività o sviluppare microimprese fornendo loro prestiti fino a 25 000 euro. La Commissione europea intende inoltre sostenere, per la prima volta, l'imprenditoria sociale con investimenti fino a 500 000 euro. Il sostegno microfinanza e imprenditoria sociale è attuato mediante la garanzia EaSI che permette agli intermediari finanziari di estendere la loro offerta alle microimprese e alle imprese sociali che per il loro profilo di rischio non sarebbero in grado di ottenere finanziamenti. La Commissione sta rafforzando inoltre la dimensione sociale del FEIS sia per la microfinanza sia per l'imprenditoria sociale. Globalmente l'importo totale del sostegno a questi settori dovrebbe passare (da 193 milioni di euro nel quadro del programma EaSI) a circa 1 miliardo di euro, mobilitando circa 3 miliardi di euro in investimenti supplementari.
Il Fondo europeo per gli investimenti
Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) fa parte del gruppo della Banca europea per gli investimenti. La sua missione fondamentale è sostenere le microimprese e le piccole e medie imprese (PMI) europee, facilitandone l'accesso ai finanziamenti. Il FEI elabora e sviluppa strumenti di capitale di rischio e di capitale di crescita, strumenti di garanzia e di microfinanza destinati specificamente a questo segmento di mercato. In questo ruolo il FEI promuove gli obiettivi dell'UE nel campo dell'innovazione, della ricerca e dello sviluppo, dell'imprenditorialità, della crescita e dell'occupazione.
(Fonte Commissione Europea)