Il Blog di EuYou.info

lunedì 19 dicembre 2016

APPELLO ALL'UE: questi sono EROI, non delinquenti!


Questa è la triste storia di eroi mai riconosciuti come tali. Nonostante abbiano salvato tanta gente che versava in condizioni di vulnerabilità estrema, ora rischiano anni di carcere per traffico di esseri umani!


Accade oggi, nel 2016. Persone vulnerabili e disperate approdano sulle nostre coste in cerca di rifugio. I governi europei si rifiutano di tendere la mano. Sono i cittadini a riunirsi per aiutare altri esseri umani ma va a finire che per le loro azioni umanitarie vengono considerati criminali come chi traffica esseri umani.
Manuel Blanco è uno di questi eroi. Lui non si definirebbe così, ma raramente i veri eroi si ritengono tali. Sulla costa di Lesbo ha salvato le vite di una quantità impressionante di persone e adesso potrebbe rischiare oltre dieci anni di prigione per traffico di esseri umani. E non è il solo. Julio Latorre, Enrique Rodriguez, Lisbeth Zornig sono solo alcuni degli altri che si trovano nella stessa situazione per le azioni eroiche che hanno compiuto. [1]
E qui entriamo in gioco noi. Il Commissario UE per le migrazioni può proporre una semplice variazione della direttiva europea per tracciare un confine netto tra gli eroi e i veri criminali. [2] Ma anche dopo che gli abbiamo fatto incontrare Manuel e gli abbiamo mostrato gli effetti diretti della legislazione, non è ancora convinto di fare tale cambiamento. È tempo di aumentare la posta in gioco, di dire la nostra direttamente al Commissario rispetto a come vogliamo che la direttiva cambi. Lui ci può anticipare sulla nostra prossima mossa. Diamogli 100.000 ragioni per continuare ad ascoltarci.
Firma per dare a questa storia un lieto fine!

Ogni giorno ero costretto a prendere una decisione mostruosa per chiunque ovvero chi salvare, chi non fare annegare. Sulle piccole barche di legno che arrivavano a riva c’erano sempre bambini. Provavamo a salvare loro per primi. Estraendoli da quelle acque fredde venivamo a contatto coi loro piedi, i piedi più gelidi che io abbia mai sentito in vita mia.” Questo è ciò che Manuel viveva quotidianamente a Lesbo. Lui, e altri come lui, hanno lavorato instancabilmente per mesi. Non hanno mai ambito a medaglie o cercato popolarità mediatica. Il loro scopo era aiutare altri esseri umani.
E invece di essere celebrati come gli eroi del 2016, loro e gli atti straordinari compiuti sono passati inosservati. Anche peggio: rischiano di essere trattati come criminali. E questo per via di alcuni punti dell’attuale direttiva.
Il Commissario non entra spesso in contatto con movimenti come il nostro. Eppure lo scorso mese ha incontrato noi e i nostri partner. Gli abbiamo consegnato ben 132.000 firme e Manuel gli ha parlato della sua situazione, che il Commissario ha definito “conseguenza non intenzionale” della dirrettiva. Ha persino detto a Manuel: “Non vogliamo in ogni modo ostacolare le tue attività”.
La comunità di WeMove ha poi deciso congiuntamente che una nuova petizione sarebbe stato il modo migliore per trasmettere il nostro messaggio al fine di mantenere aperto un dialogo permanente con il Commissario. Abbiamo già un piede nella porta. Una porta ancora tutta spalancata per noi. E allora continuiamo a lottare per orientare ulteriormente il Commissario nella giusta direzione.
Firma ora per decidere le sorti di questi eroi d’Europa!
Se guardiamo più in avanti tutti noi ci chiediamo cosa porterà l’anno nuovo. Speriamo in qualcosa di meglio per noi, le nostre famiglie, i nostri cari. Aggiungiamo alla lista anche questi eroi e chi approda sulle nostre rive in cerca di rifugio; cerchiamo di restare uniti per portare un cambiamento reale anche nelle loro vite in questo 2017 ormai alle porte.

Sperando con forza in un’Europa migliore!
WeMove.EU 
[1] Articoli e Link ad altri casi
[2] La Direttiva sul favoreggiamento attualmente indica che “Qualsiasi Stato membro potrebbe decidere di non imporre sanzioni riguardo [...]” e cambiare il ‘potrebbe decidere di non’ in ‘non dovrebbe’ sarebbe un’indicazione chiara che gli Stati membri non dovrebbero perseguire per traffico di esseri umani chi offre assistenza umanitaria a coloro che ne hanno bisogno. Il testo integrale della direttiva sul favoreggiamento può essere trovato qui: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/ALL/?uri=CELEX%3A32002L0090 Si noti che questa Direttiva non è in linea con l'ONU e con i principi del Diritto internazionale umanitario e i Diritti umani, che sono specificamente contro questo tipo di criminalizzazione.
WeMove.EU è un movimento di cittadini, che si batte per un’Europa migliore; per un’Unione europea dedicata alla giustizia sociale ed economica, la sostenibilità ambientale, e per una democrazia concretamente diretta dai cittadini. Siamo individui di diverse provenienze, con diverse storie alle nostre spalle, che considerano l’Europa la propria casa, indipendentemente da dove siamo nati. Per non ricevere più aggiornamenti da WeMove, clicca qui.
Le nostre risorse provengono dalle donazioni di singole persone che fanno parte della nostra comunità in tutta Europa. Fai una donazione regolare affinché possiamo continuare a vincere campagne che sono a cuore a noi tutti. Dona ora