Il Blog di EuYou.info

venerdì 16 dicembre 2016

ERASMUS: NUOVO INVITO A PRESENTARE PROGETTI

L'invito a presentare proposte concerne l'Azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche — iniziative per l’innovazione delle politiche - del Programma ERASMUS. Il finanziamento sostiene i cosidetti "Progetti europei di cooperazione lungimiranti", nei settori dell’istruzione e della formazione.
Ecco i dettagli:
1.   Descrizione, obiettivi e priorità
I progetti di cooperazione lungimiranti sono progetti di cooperazione transnazionale volti a identificare, sperimentare, sviluppare o valutare approcci politici innovativi che abbiano il potenziale di essere integrati e fornire input utili a migliorare i sistemi di istruzione e formazione. Dovrebbero fornire una conoscenza approfondita su gruppi target, situazioni di apprendimento, insegnamento o formazione, nonché efficaci metodologie e strumenti che contribuiscano all’elaborazione delle politiche. Inoltre, da tali progetti dovrebbero derivare conclusioni pertinenti per i responsabili politici nel settore dell’istruzione e della formazione a tutti i livelli. I progetti di cooperazione lungimiranti dovrebbero pertanto essere guidati e attuati da attori chiave di comprovata eccellenza e dotati di conoscenze all’avanguardia, con la capacità di innovare o ottenere un impatto sistemico attraverso le loro attività e con il potenziale per indirizzare l’agenda politica nel settore dell’istruzione e della formazione. Le proposte nell’ambito del presente invito dovrebbero essere coerenti con le nuove priorità per la cooperazione europea fissate nella relazione congiunta 2015 del Consiglio e della Commissione sull’attuazione del quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell’istruzione e della formazione (ET 2020)  (1).
Gli obiettivi specifici del presente invito sono i seguenti:
avviare modifiche a più lungo termine e sperimentare sul campo soluzioni innovative alle sfide nei campi dell’istruzione e della formazione, che possano essere integrate e avere un impatto sostenibile e sistemico sui sistemi di istruzione e formazione;
sostenere la cooperazione transnazionale e l’apprendimento reciproco su tematiche lungimiranti tra attori chiave;
facilitare la raccolta e l’analisi di elementi di prova a sostegno di politiche e pratiche innovative.
Le proposte trasmesse nell’ambito del presente invito devono riguardare una delle cinque priorità elencate di seguito:
acquisizione delle competenze di base da parte di adulti scarsamente qualificati;
promozione di approcci basati sulle prestazioni in materia di IFP;
promozione di tecnologie innovative nel campo dell’orientamento professionale;
professionalizzazione del personale (istruzione scolastica, comprese l’istruzione e l’assistenza destinate alla prima infanzia);
raggiungimento degli obiettivi della rinnovata strategia dell’UE per l’istruzione superiore.
Le proposte che non affrontano alcuna delle cinque priorità dell’invito non saranno prese in considerazione.
2.   Proponenti ammissibili
Il termine «proponenti» si riferisce a tutte le organizzazioni e gli istituti che partecipano a una candidatura, indipendentemente dal loro ruolo nel progetto.
I proponenti ammissibili sono organizzazioni pubbliche o private che svolgono attività legate all’istruzione e alla formazione o ad altri settori come l’apprendimento non-formale, ivi compresi, tra gli altri, i giovani, altri settori socio-economici, oppure organizzazioni che svolgono attività inter-settoriali.
I proponenti ritenuti ammissibili a rispondere all’invito sono:
le autorità pubbliche a livello nazionale/regionale/locale responsabili di istruzione e formazione;
organizzazioni senza scopo di lucro (ONG), private o pubbliche;
centri di ricerca;
scuole e altri istituti d’istruzione;
istituti di istruzione superiore;
camere di commercio;
reti di soggetti interessati;
centri di riconoscimento;
organismi di valutazione/garanzia della qualità;
organizzazioni di categoria e datori di lavoro;
sindacati e associazioni professionali;
servizi per l’orientamento professionale;
organizzazioni della società civile e culturali;
imprese;
organizzazioni internazionali.
Sono ammissibili esclusivamente le domande di persone giuridiche aventi sede in uno dei seguenti paesi del programma:
i 28 Stati membri dell’Unione europea;
i paesi EFTA/SEE: Islanda, Liechtenstein e Norvegia;
i paesi candidati all’adesione all’UE: ex Repubblica jugoslava di Macedonia e Turchia.
Il requisito minimo di composizione di un partenariato per il presente invito è di 3 organizzazioni che rappresentino 3 paesi del programma.
3.   Attività ammissibili e durata dei progetti
Le attività devono iniziare il 1o novembre 2017, il 1o dicembre 2017 o il 1o gennaio 2018.
La durata del progetto deve essere compresa tra 24 e 36 mesi. Tuttavia, qualora dopo la firma dell’accordo e l’inizio del progetto i beneficiari dovessero constatare che, per motivi pienamente giustificati e al di là del loro controllo, risulta impossibile completare il progetto entro il periodo previsto, potrà essere concessa una proroga del periodo di ammissibilità. Se richiesta entro i termini indicati nella convenzione di sovvenzione, potrà essere concessa una proroga massima di 6 mesi.
Le attività finanziabili nell’ambito del presente invito possono comprendere (lista non esaustiva):
analisi, studi, esercizi di mappatura;
attività di ricerca;
attività di formazione;
redazione di relazioni, conclusioni di progetti, raccomandazioni politiche;
workshop;
conferenze/seminari;
verifiche e valutazioni di approcci innovativi a livello di base;
azioni di sensibilizzazione e divulgazione;
azioni volte alla creazione e al miglioramento di reti, scambi di buone pratiche;
sviluppo di strumenti TIC (software, piattaforme, applicazioni ecc.) o di risorse per l’apprendimento;
sviluppo di altri prodotti intellettuali.
4.   Criteri di aggiudicazione
Le candidature ammissibili saranno valutate sulla base di criteri di esclusione, selezione e aggiudicazione (2).
I criteri di aggiudicazione sono i seguenti:
1.
pertinenza del progetto (30 %);
2.
qualità della concezione e dell’attuazione del progetto (30 %);
3.
qualità degli accordi di partenariato e cooperazione (20 %);
4.
impatto sullo sviluppo e la diffusione delle politiche (20 %).
Saranno prese in considerazione per il finanziamento dell’UE soltanto le proposte che hanno raggiunto le soglie minime di qualità, ovvero:
almeno la soglia del 50 % di ciascun criterio (vale a dire minimo 15 punti rispettivamente per «Pertinenza del progetto» e «Qualità della concezione e dell’attuazione del progetto»; 10 punti rispettivamente per «Qualità degli accordi di partenariato e cooperazione» e «Impatto sullo sviluppo e la divulgazione delle politiche»; e
almeno la soglia del 70 % sul punteggio totale (ossia il punteggio aggregato dei 4 criteri di aggiudicazione)
Le candidature il cui punteggio è al di sotto di tali soglie saranno respinte.
5.   Bilancio
La dotazione di bilancio totale disponibile per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è di 8 000 000 EUR.
Il contributo finanziario dell’UE non può superare il 75 % del totale dei costi ammissibili del progetto.
La sovvenzione massima per progetto sarà di 500 000 EUR.
L’Agenzia si riserva il diritto di non distribuire tutti i fondi disponibili per il presente invito.
6.   Termine per la presentazione delle domande
Le domande devono essere inviate entro e non oltre il 14 marzo 2017 - ore 12:00 (mezzogiorno) CET.
I proponenti sono invitati a leggere con attenzione tutte le informazioni inerenti all’invito a presentare proposte e alla procedura di presentazione e a utilizzare i documenti che fanno parte della domanda (fascicolo della domanda) all’indirizzo: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/forward-looking-cooperation-projects-2017-eacea412016_en
Il fascicolo della domanda è disponibile al seguente indirizzo Internet: https://eacea.ec.europa.eu/PPMT/
Il fascicolo della domanda completo deve essere presentato online inviando il modulo elettronico corretto, debitamente compilato e contenente tutti gli allegati e i documenti accompagnatori pertinenti e applicabili.
I fascicoli di domanda non contenenti tutte le informazioni necessarie e non presentati online entro il termine stabilito non saranno presi in considerazione.
7.   Ulteriori informazioni
Per maggiori dettagli si rimanda alla guida per i proponenti.
La guida per i proponenti e il fascicolo della domanda sono disponibili al seguente indirizzo Internet: https://eacea.ec.europa.eu/erasmus-plus/funding/forward-looking-cooperation-projects-2017-eacea412016_en
Recapito di posta elettronica: EACEA-Policy-Support@ec.europa.eu

(2)  Si veda la guida per i proponenti, sezioni 7, 8 e 9.