Il Blog di EuYou.info

mercoledì 31 ottobre 2018

LA CORTE DEI CONTI SUL FUTURO DELLA POLITICA DI COESIONE

La Corte si pronuncia sulle attuali proposte della Commissione europea circa il futuro impianto di una delle più importanti poliche europee. Secondo la Corte "sono state proposte norme più semplici e più flessibili per i fondi UE per la Coesione e altre aree di intervento per il periodo successivo al 2020, ma sono necessarie ulteriori tutele". la Corte formula una serie di suggerimenti su come far sì che la spesa degli Stati membri abbia un vero impatto e rispetti le disposizioni normative.

La «Politica di coesione economica, sociale e  territoriale», attualmente in fase di riforma per il periodo dal 2020 in poi, mira a «ridurre il divario fra le diverse regioni e il ritardo delle regioni meno favorite». È la base politico-programmatica di centinaia di migliaia di progetti in tutta Europa che ricevono finanziamenti, principalmente gestiti dalle regioni e dai governi, attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il Fondo sociale europeo (FSE) e il Fondo di coesione (il Fondo di coesione è destinato gli Stati membri dell’UE con un PIL inferiore al 90 % rispetto alla media UE a 27, senza considerare la Croazia).

Vai al Rapporto 

Sintesi in italiano

X saperne d + sulla Politica di Coesione