lunedì 15 ottobre 2018

Principali risultati del Consiglio dei Ministri della Giustizia e degli interni.

 Direttiva in materia di insolvenza, ristrutturazione e seconda opportunità

Il Consiglio ha adottato la sua posizione sulla direttiva in materia di insolvenza, ristrutturazione e seconda opportunità.
La direttiva mira a fornire alle imprese economicamente sostenibili che versano in difficoltà finanziarie la possibilità di accedere a quadri di ristrutturazione preventiva in modo da ristrutturarsi in una fase precoce ed evitare l'insolvenza. La direttiva offre inoltre una seconda opportunità agli imprenditori onesti che falliscono e introduce misure volte ad aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza e liberazione dai debiti.

Prove elettroniche

I ministri hanno discusso il regolamento relativo agli ordini europei di produzione e di conservazione.
Al termine del dibattito, la presidenza ha preso atto della volontà di molti Stati membri di trovare un compromesso riguardo all'inclusione di una qualche procedura di notifica. I lavori proseguiranno a livello di esperti e verteranno in particolare sul livello di sensibilità delle diverse categorie di dati e sulle relative modalità di trattamento al momento di prevedere un'eventuale procedura di notifica. Gli esperti esamineranno inoltre quale Stato membro sarebbe il più idoneo a ricevere tale notifica.
La presidenza ha preso anche atto dell'impegno della Commissione di presentare, non appena possibile, mandati negoziali per la conclusione di un accordo esecutivo nell'ambito del CLOUD Act statunitense e per il dibattito in corso su un secondo protocollo della Convenzione di Budapest sulla criminalità informatica.
Il pacchetto sulle prove elettroniche riveste la massima importanza. I criminali ricorrono sempre più spesso ai mezzi di comunicazione elettronica, ragion per cui dobbiamo dotarci degli strumenti necessari ad acquisire e usare rapidamente le prove in questione prima che siano spostate o rimosse. Sulla base del dibattito di oggi proseguiremo i lavori con l'obiettivo di approvare la nostra posizione a dicembre.
Josef Moser, ministro della giustizia dell'Austria

Conclusioni sull'applicazione della Carta dei diritti fondamentali nel 2017

I ministri hanno tenuto un dibattito sulle conclusioni. In considerazione dell'assenza di consenso a seguito dell'opposizione di una delegazione, la presidenza ha deciso di pubblicare le conclusioni della presidenza per fare il punto sul dibattito attuale. Le conclusioni della presidenza si basano sulla versione del progetto di conclusioni del Consiglio presentata oggi ai ministri.