Il Blog di EuYou.info

domenica 4 novembre 2018

#HerStoryOurStory: La Campagna della Commissione Europea e dell'ONU contro la violenza sulle donne e le ragazze



Nell'ambito dell'iniziativa congiunta denominata  Spotlight, l'UE e l'ONU hanno lanciato #HerStoryOurStory - una campagna che mira a sensibilizzare  l'opinione pubblica sul gravissimo impatto della violenza contro le donne e le ragazze, dimostrando che ciascuno di noi - tanto collettivamente che individualmente - possiamo giocare un ruolo fondamentare per eliminarla definitivamente. A partire da adesso! Ed in effetti si tratta di un VIDEOGIOCO online che cerca di coinvolgere un vasto pubblico internazionale e locale, sfidando i giocatori a riflettere su come reagire di fronte a una situazione critica. La Campagna, al contempo, evidenzia i temi prioritari nell'Iniziativa Spotlight.

Agisci e lasciati coinvolgere da herstoryourstory.net

Ogni ragazza e ogni donna ha il diritto di vivere senza violenza, discriminazione, intimidazione o abuso. Eppure oggi la violenza nega questo semplice diritto a milioni di donne e ragazze, in tutto il Mondo. La violenza contro donne e ragazze rimane una delle violazioni più persistenti, sistematiche e diffuse dei diritti umani.
  • Solo il 4% della copertura mediatica sportiva è dedicato agli atleti di sesso femminile 
  • Circa 1 donna su 3 in tutto il mondo ha subito violenza fisica o sessuale a un certo punto della propria vita 
  • La ricchezza globale aumenterebbe di 136 trilioni di euro se le donne ricevessero lo stesso salario per lo stesso lavoro 
  • Oltre il 70% delle vittime della tratta di esseri umani a livello mondiale sono donne e ragazze; 3 su 4 ragazze e donne vittime della tratta vengono sfruttate sessualmente

Perché succede?

La violenza e la discriminazione contro donne e ragazze sono radicate nella disuguaglianza strutturale delle relazioni di potere tra donne e uomini. Pericolose e inique regole sociali e di genere sottintendono che le donne e le ragazze sono da considerare meno valide delle loro controparti maschili, perpetuando anche così il controllo ed il senso di possesso e di diritto che gli uomini avrebbero su donne e ragazze.La violenza e la discriminazione contro donne e ragazze possono colpire chiunque, ovunque e in qualsiasi momento. È presente in ogni Paese e può verificarsi sia in spazi privati ch​​e pubblici, indipendentemente dall'età, dall'istruzione o dallo stato socioeconomico. Non esiste nessuna ragione che possa giustificarle e mai, in nessun caso, la colpa è della vittima.

Qual'è l'impatto?

Violenza e discriminazione negano a donne e ragazze il diritto di realizzare il loro potenziale per vivere la vita che scelgono liberamente di avere. Ha conseguenze fisiche, sessuali e mentali immediate e a lungo termine e impedisce a ragazze e donne di partecipare pienamente alla Società.Quando le donne e le ragazze hanno i medesimi poteri e opportunità degli uomini, se libere dalla violenza possono esercitare i loro diritti e promuovere lo sviluppo sostenibile, tanto per se stesse che per la loro famiglia, comunità o il proprio Paese.

Come possiamo eliminare la violenza e la discriminazione?

Il processo per eliminare la violenza e la discriminazione nei confronti delle donne e delle ragazze è, a lungo termine, complesso. Affrontare la - profondamente radicata - disuguaglianza di genere che le alimenta richiede, infatti, interventi in molteplici ambiti e livelli. 
Ma questo processo può essere fermato e tutti noi abbiamo un ruolo importante da svolgere. Individualmente e/o collettivamente, dobbiamo diventare un tràmite positivo, difendendo i diritti delle donne e delle ragazze e denunciando apertamente le discriminazioni e gli abusi.Censurando e richiamando taluni comportamenti e atteggiamenti dannosi, metteremo in discussione quelle regole e prassi radicate che non fanno altro che perpetuare la violenza e la discriminazione.Promuovere la mascolinità positiva, che include l'essere gentile, rispettoso e complice, contribuirà senz'altro a creare un cambiamento culturale in cui essere un Uomo non significa essere un violento.