martedì 20 novembre 2018

Posto vacante: Procuratore capo europeo — Lussemburgo

Cos'è la Procura europea?
La Procura europea (EPPO) è una procura europea indipendente, che ha la competenza di individuare, perseguire e portare in giudizio gli autori dei reati che ledono gli interessi finanziari dell'UE e i loro complici. Il regolamento (UE) 2017/1939 sull'EPPO (1) è entrato in vigore il 20 novembre 2017. Ai sensi dell'articolo 120 del regolamento, l'EPPO entra in funzione, dopo essere stata costituita, a seguito di una decisione della Commissione, ma non prima di tre anni dall'entrata in vigore del regolamento che la istituisce.

Criteri di ammissibilità
Sono ammessi alla fase di selezione i candidati che, entro il termine ultimo per la presentazione delle candidature, soddisfino i requisiti minimi indicati qui di seguito.
Nazionalità: essere cittadini di uno degli Stati membri dell'UE che partecipano alla cooperazione rafforzata nell'ambito del regolamento EPPO.
Esperienza professionale: essere un membro attivo delle procure o della magistratura e possedere le qualifiche richieste per esercitare le più alte funzioni a livello di procura o giurisdizionali nei rispettivi Stati membri, offrire tutte le garanzie di indipendenza, disporre di una pertinente esperienza pratica in materia di sistemi giuridici nazionali, di indagini finanziarie e di cooperazione giudiziaria internazionale in materia penale, a livello nazionale, europeo o internazionale.
Lingue: i candidati devono avere una conoscenza approfondita di una delle lingue dell'Unione e una conoscenza soddisfacente di un'altra lingua, in applicazione dell'articolo 12, paragrafo 2, lettera e), del regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA) (2).
Età: in conformità dell'articolo 14, paragrafo 1, del regolamento EPPO, il procuratore capo europeo è nominato per un mandato non rinnovabile di sette anni. Si applicano anche l'articolo 47, lettera a), del RAA e l'articolo 52 dello statuto. Ciò significa che il procuratore capo europeo deve essere in grado di svolgere un mandato settennale e andare in pensione non oltre l'età di 70 anni, fermo restando che, nel caso si renda necessario un prolungamento del mandato oltre l'età di 66 anni, questo viene concesso automaticamente dalla competente autorità che ha il potere di nomina. Di conseguenza, i candidati non devono avere più di 63 anni al momento della nomina, che si prevede sarà effettiva il 1o marzo 2019.
Inoltre, i candidati devono essere in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari, offrire le garanzie di moralità richieste per l'esercizio delle loro funzioni ed essere fisicamente idonei all'esercizio delle loro mansioni.
Il candidato prescelto deve essere in possesso di un nulla osta di sicurezza personale valido a livello Secret UE/EU Secret, oppure essere in condizione di ottenerlo dall'autorità nazionale competente in materia di sicurezza.
Un nulla osta di sicurezza personale è una decisione amministrativa, adottata a seguito di un'indagine di sicurezza effettuata dall'autorità nazionale competente in materia di sicurezza, conformemente alla normativa nazionale vigente, con la quale si certifica che la persona interessata può essere autorizzata ad accedere a informazioni riservate fino a un determinato livello. Si fa presente che il procedimento necessario per ottenere un nulla osta di sicurezza può essere avviato solo su richiesta del datore di lavoro e non su richiesta dell'interessato.
La nomina ha effetto a condizione che al candidato prescelto sia stato conferito un nulla osta di sicurezza valido.

Criteri di selezione
Il candidato ideale deve:
  • avere almeno quindici anni di esperienza professionale come membro attivo delle procure o della magistratura;
  • possedere almeno cinque anni di esperienza e comprovati risultati in una posizione dirigenziale di alto livello nell'ambito di una procura o autorità giudiziaria;
  • avere almeno cinque anni di esperienza come pubblico ministero responsabile delle indagini e azioni penali sui reati finanziari. Un'esperienza pertinente nel perseguire reati contro gli interessi finanziari dell'UE o gravi reati transfrontalieri costituisce un titolo preferenziale;
  • dimostrare di aver conseguito ottimi risultati come leader, dirigente e comunicatore, a livello di gestione strategica ed interna;
  • essere dotato di un grande dinamismo e di eccezionali qualità professionali e di una solida capacità di giudizio e di elaborazione concettuale, insieme alla capacità di sviluppare, comunicare e attuare una visione strategica chiara per conseguire gli obiettivi dell'EPPO;
  • possedere eccellenti competenze relazionali, decisionali, comunicative e negoziali e riuscire a stabilire con le parti interessate rapporti di lavoro improntati alla fiducia;
  • essere capace di lavorare in un contesto multiculturale complesso nonché di motivare e sviluppare le equipe valorizzandone al meglio le potenzialità;
  • dimostrare consapevolezza e impegno a favore dell'indipendenza e della tutela dei diritti fondamentali intrinseci all'attività investigativa/di procura dell'EPPO;
  • possedere elevati standard etici e di integrità personale;
  • avere un'ottima conoscenza del quadro istituzionale e giuridico dell'Unione.
Termini
I candidati devono disporre di un indirizzo valido di posta elettronica, che servirà a confermare l'iscrizione e a mantenere i contatti durante le diverse fasi della procedura di selezione. Il termine ultimo per l'iscrizione è 14 dicembre 2018, alle ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles. Non sarà più possibile iscriversi dopo la scadenza del termine.