Il Blog di EuYou.info

lunedì 17 dicembre 2018

Fondo fiduciario dell'UE per l'Africa: adottate nuove azioni per sostenere i migranti vulnerabili, favorire lo sviluppo socioeconomico e migliorare la gestione delle frontiere nell'Africa settentrionale

 

La sezione "Africa settentrionale" del comitato operativo del Fondo fiduciario dell'UE per l'Africa ha adottato quattro nuovi programmi relativi alla migrazione per un totale di 115 milioni di €. Le nuove azioni del Fondo fiduciario di emergenza dell'UE per l'Africa rafforzeranno l'assistenza ai migranti vulnerabili, promuoveranno la migrazione e la mobilità della forza lavoro e contribuiranno a migliorare la capacità del Marocco e della Libia di gestire le loro frontiere. Il nuovo sostegno sarà anche destinato ai migranti che vivono in Marocco e ai cittadini marocchini che vivono all'estero, contribuendo così allo sviluppo del paese.

Contesto

La nuova iniziativa regionale (15 milioni di €) promuoverà la migrazione legale e la mobilità tra l'Africa settentrionale, i suoi vicini meridionali e l'Europa. L'azione sarà attuata dall'Agenzia tedesca per lo sviluppo GIZ, l'Organizzazione internazionale del lavoro e l'Organizzazione internazionale per le migrazioni.
In Marocco, un'iniziativa del valore di 40 milioni di €, migliorerà ulteriormente la capacità del paese di sviluppare il suo sistema di gestione delle frontiere e combattere più efficacemente la tratta di esseri umani. Questo programma fa parte di un pacchetto di 140 milioni di € concordato a seguito dei negoziati che la Commissione europea, la Spagna e il Marocco hanno svolto negli ultimi sei mesi. L'azione, attuata dall'Agenzia spagnola Fundación Internacional y para Iberoamérica de Administración y Políticas Públicas, intende in particolare tutelare i diritti dei migranti e prevenire altre perdite di vite umane in mare.
Il sostegno dell'UE alla strategia nazionale marocchina sulla migrazione è rafforzato con 8 milioni di € al fine di facilitare il processo di integrazione dei migranti che vivono in Marocco e valorizzare il contributo positivo per lo sviluppo del paese che possono offrire i marocchini che vivono all'estero o rimpatriano. Il programma sarà attuato dall'Agenzia di cooperazione belga.
In Libia il sostegno che il Fondo fiduciario di emergenza dell'UE per l'Africa fornisce per la gestione delle frontiere e della migrazione è stato ampliato con 45 milioni di €. Una nuova azione sostiene lo sviluppo delle capacità e il potenziamento istituzionale della guardia costiera libica, contribuisce all'istituzione di centri di coordinamento del soccorso marittimo e rafforza lo sviluppo della gestione integrata delle frontiere nel sud della Libia. L'azione si basa sui lavori della missione dell'UE di assistenza alle frontiere in Libia (EUBAM). La formazione in materia di diritti umani rimarrà un elemento chiave per garantire che le autorità libiche destinatarie di questa azione rispettino le norme in materia di diritti umani nelle loro operazioni.
La Commissione ha inoltre esteso il proprio sostegno alle operazioni umanitarie volontarie di rimpatrio e di reintegrazione in Libia con un importo di 7 milioni di €.

Per ulteriori informazioni