venerdì 5 aprile 2019

AMBIENTE: al via il bando di gara 2019 del Programma LIFE



Nel quadro del bando di gara possono candidare progetti diverse tipologie di beneficiari, compresi i soggetti pubblici e le imprese. Nel mese di marzo scorso è stato pubblicato un bando per le ONG. Le scadenze entro cui presentare i progetti variano a seconda della priorità del Programma a cui si fa riferimento.

Il Programma dell'UE dedicato all’ambiente e ad azioni per il clima persegue i seguenti obiettivi:
  • contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, contribuire alla protezione e al miglioramento dell’ambiente e all’interruzione e all’inversione del processo di perdita di biodiversità, compresi il sostegno alla Rete Natura 2000 e il contrasto al degrado degli ecosistemi;
  • migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione, catalizzare e promuovere l’integrazione e la diffusione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche e nella pratica nel settore pubblico e privato, anche attraverso l’aumento della loro capacità;
  • sostenere maggiormente la governance ambientale e in materia di clima a tutti i livelli;
  • sostenere l’attuazione del Settimo programma d’azione per l’ambiente (7EAP).
LIFE è articolato in due sottoprogrammi con dotazioni finanziarie distinte:
• Sottoprogramma Ambiente;
• Sottoprogramma Azione per il clima;
Il sottoprogramma per l’Ambiente concerne prioritariamente:
  • Ambiente ed uso efficiente delle risorse;
  • Natura e Biodiversità;
  • Governance ambientale e informazione in materia ambientale.
Il sottoprogramma Azione per il Clima ha come priorità:
  • La mitigazione dei cambiamenti climatici;
  • L'adattamento ai cambiamenti climatici;
  • La governance in materia climatica e informazione in materia di clima.
Ciascun settore prioritario ha vari obiettivi specifici.